[frame align=”left”], Quando la cura arriva dalle mani[/frame]

Il Giornale inserto Sanissimi, 1° giugno 2007. La chiropratica provoca discussioni, apprezzamenti ma anche scetticismo. Contrariamente all’opinione diffusa, si fonda su solidi presupposti scientifici. Andiamo a Como dove si trova una delle migliori equipe di chiropratici del mondo. Sono numerosi i fattori che, interferendo con l’organismo, rischiano di bloccare o rendere difficoltose le normali funzioni del nostro corpo. Rimuovere tali fattori è il compito che sta alla base della chiropratica. Dalle disfunzioni del sistema nervoso alle alterazioni biomeccaniche a carico della colonna vertebrale o di altre articolazioni, la figura del chiropratico può certamente aiutare. A Como, il centro Sanrocco può contare su un team di professionisti laureati in chiropratica in seguito ad un corso della durata di sei anni tenutosi negli Stati Uniti, in Inghilterra o in Francia. Particolarità di questi esperti del benessere è la scelta di non ricorrere a risoluzioni chirurgiche o a prescrizioni farmacologiche, scegliendo invece di far riferimento esclusivamente alla neurologia, alla diagnostica per immagini, alle tecniche manipolative, alla biomeccanica, alla fisioterapia e alla riabilitazione. Il centro Sanrocco ha alle spalle oltre trent’anni di esperienza nel campo divenendo una delle maggiori cliniche di Chiropratica in Europa e nel mondo. Ma su quale presupposto si fonda questa disciplina? Il tutto si basa sul fatto che il sistema nervoso controlla le funzioni di tutte le cellule, organi e tessuti. Tra il cervello e il resto del corpo esiste un vero e proprio sistema comunicativo avanzato che produce milioni di informazioni. Quando questi messaggi subiscono interferenze, l’elaborazione risulterà limitata rischiando, quindi, di compromettere la funzionalità del nostro organismo. In particolare, dato il legame tra la colona vertebrale e il sistema nervoso, basta un qualunque difetto biomeccanico della colonna per causare innumerevoli problemi al nostro fisico. Questo può accadere per svariati motivi, soprattutto per le attività che svolgiamo e il nostro abituale stile di vita. Il difetto biomeccanico può manifestarsi in ogni articolazione, da cui scaturiscono cause differenti. Con una semplice distorsione del piede, una vita troppo sedentaria, sforzi eccessivi, un regime alimentare povero di acqua o verdura, si può giungere ad una disfunzione del sistema nervoso e, quindi, ad uno stato di cattiva salute. Anche a livello mentale o elettromagnetico (basti pensare alle interferenze causate da telefonia mobile e cavi dell’alta tensione) si rischiano danni per il nostro organismo. Ed è proprio qui che entra in gioco la Chiropratica, che rileva, riduce e aiuta a prevenire le disfunzioni del sistema nervoso. Certo, prevenire i tempi per la guarigione non sempre risulta possibile. Ogni paziente è un caso unico con le proprie caratteristiche e necessità. Soprattutto, ad influire sui tempi di recupero sono l’età, la generale condizione fisica, la condizione della colonna vertebrale, l’accumulo di stress, l’alimentazione e lo stile di vita. Il centro Sanrocco suddivide la terapia chiropratica in tre fasi. La prima è intensiva, segue poi una parte riabilitativa per poi concludere con una terapia di mantenimento. Il tutto consiste prevalentemente in aggiustamenti o manipolazioni chiropratiche, vale a dire correzioni manuali specifiche che possono attuarsi sotto forma di un movimento veloce o, in alcuni casi, di una leggera ma costante pressione. Talvolta viene utilizzato uno strumento, un lettino a sezioni mobili o il peso della persona stessa, ovviamente sempre secondo la costituzione e la problematica del paziente. La consulenza con un chiropratico risulta estremamente utile in quanto il professionista può suggerire ulteriori accorgimenti per ridurre l’infiammazione, diminuire il dolore e rendere più rapido il raggiungimento della guarigione. Purtroppo attorno a questa disciplina vi è ancora un diffuso scetticismo. Forse può essere utile sapere che studi condotti da organizzazioni senza fini di lucro come il Governo U.S.A. e il Ministero della Salute Canadese sono giunti alla conclusione che la chiropratica è la cura migliore per tutti coloro che soffrono per via di disturbi legati alla colonna vertebrale. Ciò significa che il chiropratico offre una soluzione efficace dal punto di vista scientifico, con un costo inferiore rispetto a quello delle cure tradizionali, e più sicura rispetto all’assunzione di antinfiammatori o medicinali a volte troppo aggressivi per la nostra salute. Sempre in seguito a tali studi risulta sorprendente come, a differenza dell’alto numero di dati in supporto della chiropratica, ve ne siano pochi relativi alle cure tradizionali sempre in merito agli stessi problemi. Oltre i vari disturbi alla schiena e alle articolazioni, il Centro Sanrocco può curare anche l’emicrania, la cefalea, le vertigini, l’otite cronica, i dolori mestruali, il tunnel carpale e l’enuresi notturna. Decisamente importante è anche la comprensione dei concetti che stanno alla base di una vita sana. Opera dei chiropratici del Centro Sanrocco è infatti quella di proporre un percorso formativo per i suoi pazienti, che imparano, in questo modo, a prevenire ulteriori disturbi e ad assumere un modus vivendi salubre e più funzionale rispetto alle specifiche esigenze del proprio organismo.

SANROCCO CHIROPRATICA S.R.L.
Via Recchi, 7 – 22100 COMO
Tel. 031 57.44.44 Fax 031 57.47.88
www.sanrocco-chiropratica.it
www.chiropratica.it

chiropratici.it